RUOTA IL TELEFONO
PER NAVIGARE SUL SITO
Luci d'Artista Salerno 2020 2021

Le Luci d’Artista 2014/2015 di Salerno illuminano il manto verde del Subbuteo

subuteolucidartista
Le Luci d’artista illuminano il manto verde del Subbuteo. Fascino e magia, emozione e spettacolo si uniscono in un unico grande appuntamento. Domenica 14 dicembre nella sala polifunzionale del Centro Sociale del Quartiere Italia a Salerno, si disputerà il
Secondo Trofeo “Luci d’Artista”. L’evento è organizzato dall’Old Subbuteo Club Salerno Forever, in collaborazione con l’Asd Il Podio, il mensile di sport e cultura L’Atleta e con il patrocinio del Comune di Salerno.

Sono davvero tante le novità rispetto alla prima edizione, ma di sicuro non mancherà il sano divertimento. Come da filosofia del Subbuteo in fin dei conti.

La prima novità riguarda il numero di partecipanti praticamente raddoppiato. Dai 52 della scorsa edizione si è passati ai 105 di quest’anno, compresi venti bambini che nel pomeriggio si sfideranno per il Torneo “Forever Young”. E a testimoniare il successo del torneo c’è la provenienza dei giocatori. Arriveranno, infatti, da tutta Italia. Da Brescia, Mantova, Verona, Livorno, Pisa, Roma, dalla Puglia. Non mancheranno i club campani. I due di Salerno, quello di Benevento, quello di Avellino e anche il club di Napoli che con quattordici iscritti sarà il più numeroso.

La principale novità la ritroviamo nella titolazione dell’evento: “Alla corte di sua maestà”, incipit che rimanda al Regno Unito, terra in cui è nato il calcio e anche il Subbuteo. I Salerno Forever, guidati dall’instancabile presidente Gabriele Maffei, hanno acquistato da un pittore londinese le squadre rappresentanti i club britannici. A ogni partecipante sarà poi assegnata una squadra. La formula del torneo sarà quella consolidata. Di mattina si disputeranno i gironi eliminatori, composti ciascuno da quattro squadre.

Le prime due si qualificheranno al tabellone principale mentre le altre due disputeranno il “tabellone dei perdenti”, ribattezzato Chaltron’s Cup. Una formula scelta per consentire a tutti di giocare un buon numero di partite. Dopo un’ulteriore fase a gironi si proseguirà con i turni a limitazione diretta fino alla finalissima. Grane novità anche per quanto riguarda i premi. Le Ceramiche Erre partner della manifestazione ha preparato una gradita sorpresa per i vincitori, naturalmente in chiave britannica. Gadget e premi saranno comunque consegnati a tutti i partecipanti, grazie al contributo di numerose aziende locali che hanno sposato l’iniziativa, sempre nell’ottica della valorizzazione del territorio. Nella pausa pranzo un’altra novità. Sarà, infatti, presentato il libro “Londra la città del football” mentre per tutta la giornata sarà pubblicizzato un libro sul Subbuteo “Se questo è un gioco”, il cui ricavato della vendita sarà devoluto in beneficenza. “Siamo davvero soddisfatti” – ha dichiarato il presidente dei Salerno Forever, Maffei – “per il numero d’iscrizioni.

C’è da dire che le Luci d’artista ci aiutano, considerato che molti dei partecipanti hanno scelto di trascorrere il week-end lungo a Salerno, oltre che per partecipare al torneo, per ammirare le nostre luci. Siamo davvero orgogliosi. Per organizzare questo torneo dietro c’è davvero un grande lavoro e siamo sicuri che sarà una giornata davvero indimenticabile per tutti gli appassionati di questo gioco meraviglioso”.

Questi i soci dell’Osc Salerno Forever che ha organizzato il torneo: Presidente: Gabriele Maffei – Vice Presidente: Antonio Sabino – Consiglieri: Massimiliano De Liguoro, Gianluca Scafuri, Luca Scala – Altri soci: Giuseppe Mascaro, Claudio Santoriello, Pierluigi Masullo, Dario Sforzini, Pietro e Mario Anatriello, Carmine Pagano, Raffaele Napoli, Flavio Capuano, Michelangelo Ferrarese, Massimo Ginolfi, Alfredo Belgio, Luigi Palladino.


condividi su Facebook condividi su Twitter condividi su Pinterest condividi su Whatsapp condividi su Telegram

Le migliori offerte per soggiornare a Salerno

Booking.com
Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari; marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e società citati possono essere marchi di proprietà dei rispettivi titolari o marchi registrati d’altre società e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti.